Aggiornamenti


NORMATIVA NAZIONALE
Con la pubblicazione del Decreto 1 febbraio 2006 sono state recepite le nostre istanze al fine di restituire la giusta dignità alla Legge Gex.
La modifica è stata inserita all’art. 8 comma 2. in cui si cita:
“L’uso di aviosuperfici occasionali è consentito anche per la pratica del volo in montagna in attività diversa dal trasporto pubblico.”
Con tale dizione, estremamente sintetica, la pratica della nostra disciplina viene, finalmente, nuovamente riconosciuta.
In questo nuovo contesto occorre tenere presente eventuali normative locali che, come nel caso della Provincia Autonoma di Trento, hanno provveduto a emanare leggi e redigere regolamenti che, per competenze specifiche, limitano se non addirittura proibiscono l’attività di atterraggio e decollo sul territorio di competenza.

NORMATIVE LOCALI
La P.A.T. - Provincia Autonoma di Trento - ha legiferato in materia di tutela dell’ambiente, proibendo ogni attività di atterraggio e decollo sul suo territorio.
Segnaliamo che la nostra Associazione ha ottenuto una deroga a tale divieto purché vengano rispettate le regole che le sono state imposte.

L'attuale deroga ha validità per il periodo 07/04/2011 - 06/04/2014.

Vi preghiamo, pertanto, ogni qualvolta sia prevista una attività che preveda la pratica del volo in montagna di consultare attentamente il nostro sito www.aipm.it nello spazio dedicato alla Normativa della Provincia di Trento.

Il territorio del Trentino, inoltre, comprende la quasi totalità dei biotopi oggi tutelati in campo nazionale.

Sollecitiamo tutti i nostri soci, amici e sostenitori ad inviarci ogni fatto di cui venissero a conoscenza in merito a leggi o regolamenti similari emananti a livello regionale, provinciale o territoriale al fine di rendere un sempre più esauriente servizio di informazione ai piloti interessati.

IMPORTANTE: a seguito della emanazione della L.P. n. 9/2011 viene modificato il limite di sorvolo per l'effettuazione dei voli in deroga precedentemente fissato in 1.000 mt.

Con decorrenza 20 luglio 2011 tale limite passa a 1.600 mt.
 

Normativa di riferimento

  Decreto 1 febbraio 2006 Norme di attuazione della legge 2 aprile 1968, n. 518, concernente la liberalizzazione dell'uso delle aree di atterraggio (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 9 maggio 2006 che integra e sostituisce il precedente Decreto Ministeriale dell'8 agosto 2003)
Aviosuperfici ed Elisuperfici - Il nuovo contesto normativo - Edizione Luglio 2004

Legge Provinciale Provincia Autonoma di Trento 12 agosto 1996, n. 5 – Disciplina per la tutela dell’ambiente in relazione all’esercizio degli aeromobili – ( b.u. 20 agosto 1996, n. 37)
Deliberazione della G.P. 1696 del 18 agosto 2006 – L.P. 12 agosto 1996 n. 5. Modifica dei criteri sui voli stabiliti con deliberazione della G.P. 17790 del 30 dicembre 1996.

Modifica dei limiti di sorvolo in mt. 1.600 con L.P. 9/2011.